Jonas Jacobsson

“Jacobsson, perdio!”
Jacobsson spuntò sulla porta, innocente come un bambino, ma i suoi occhi azzurri ridevano sotto i capelli scomposti, degno bilanciamento della lunga barba incolta che gli ricopriva gran parte del viso.
“Mi avete chiamato, capitano?”
“Nooo, tenente, ti stavo cercando un soprannome. E Jonas Perdio Jacobsson mi suonava molto adatto.”
Gli agitò sotto al naso la lattina vuota.
“Se proprio hai deciso di infischiartene del regolamento, almeno vedi di farlo nel segreto della tua cameretta, o dovrò metterti agli arresti, la prossima volta.”
“Oh, quella. Avete ragione, capitano, la prossima volta ne terrò da parte una anche per voi.”

Il tenente Jonas Jacobsson è senza dubbio uno fra i migliori piloti del corpo di Difesa Spaziale di Freedom. La sua aria trasandata, il suo dichiarato interesse per le bevande corroboranti e i suoi modi fin troppo gioviali e per nulla diplomatici gli procurano spesso simpatie ma anche la fama di persona superficiale e un po’ rozza.
Invece, dietro al suo cinismo mai veramente cattivo e al suo discutibile senso dello humour si nasconde un professionista preparatissimo, e un uomo sensibile ed affettuoso, disposto a proteggere a qualsiasi prezzo le persone che ama.

Legato al capitano Kendall da un affetto profondo che lo porterà a condividerne le scelte più rischiose, Jonas sarà coinvolto dalle vicende della guerra fino a divenirne un vero protagonista, affrontando esperienze traumatiche, ma anche affermando le sue qualità e il suo coraggio perfino agli occhi dell'Unica Razza.